Marialetizia Volpe 5 AC alle Olimpiadi Nazionali delle Lingue Classiche

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

 

Ecco il Video e la FotoGallery

Olimpiadi Nazionali delle Lingue Classiche.
Sesta edizione - Salerno 10-13 Maggio 2017

 
La nostra allieva Marialetizia Volpe, accompagnata dalle docenti Roberta Accinni ed Elisabetta Casola, ha vissuto un momento unico nel suo percorso di studi.
Le Olimpiadi rappresentano, infatti, il luogo della sana competizione e dello scambio culturale. Sono stati giorni intensi, scanditi da dibattiti sulla attualità e sulla centralità del mondo classico, intervallati da spettacoli teatrali quali "Il dialogo tra Socrate ed Ippia", "Gli Uccelli" di Aristofane, il coro de " La scuola medica salernitana", "La Medea" di Euripide nell'area dei Templi a Paestum , "I logoi" racconti di Antigone, Elettra e Clitennestra nell'abile rivisitazione di Simone Weil e Marguerite Yourcenar.
 
Il tutto costellato da visite nel centro storico di Salerno, nel parco archeologico di Paestum, nel museo. Light  lunches ed una magica cena di rappresentanza hanno favorito scambio di idee ed amicizia fra studenti e colleghi di tutta Italia: foto, autografi con i più grandi filologi ed italianisti quali Polara, Cardinale, Tosi, Pisani, Montanari. Significativa la presenza dello scrittore Valerio Massimo Manfredi.

Solidarietà tra i giovani ed osmosi culturale.
La città di Napoli era rappresentata dalla nostra studentessa Marialetizia Volpe  e dallo studente Alessandro Scarano del liceo Pansini, accompagnato dal prof. Enrico Renna.
Esperienza di crescita umana e culturale! 
Esperienza unica nel vissuto interiore di studenti e docenti.
 

 

Ecco il Video e la FotoGallery

 

 

 

Testimonianza di Marialetizia Volpe

Sono Marialetizia Volpe della classe VAC. La scorsa settimana, nei giorni 10-13 maggio, ho avuto l’onore di partecipare alle Olimpiadi di Lingue e Civiltà Classiche. Ogni anno quest’evento, così importante per gli amanti del mondo classico, si svolge in una delle meravigliose città italiane. Quest’anno Il MIUR ha scelto la bellissima città di Salerno ed il Liceo “T. Tasso” come sede della competizione.  Ho potuto prendere parte a tale importantissimo evento culturale grazie alla vittoria riportata lo scorso 6 aprile al “Certamen Sannazarianum” diretto dal Professor Di Rienzo.

Partecipare alle Olimpiadi Classiche è stato per me un sogno divenuto realtà, un’esperienza unica, una sana competizione avvenuta a colpi di traduzione e di poesia. 

La sezione per la quale ho gareggiato prevedeva la traduzione e il commento strutturato di  un componimento poetico in latino. L’autore scelto quest’anno è stato Properzio, poeta elegiaco molto famoso per i suoi canti d’amore. Quando ho saputo che si trattava di Properzio, sono stata molto contenta dal momento che l’impegnativa e grandiosa preparazione della scorsa settimana ha visto tale poeta oggetto dell’attenzione mia e delle carissime Prof.sse Accinni, Salvatore e Casola, che in questo percorso mi hanno seguito con cura e con affetto.

Dopo la gara, svoltasi il giorno 11 maggio, gli organizzatori  hanno permesso a noi partecipanti di tutta Italia di vivere una formidabile visita guidata presso il centro storico della città di Salerno, di cui ho potuto ammirare, in particolare, il Duomo.

Ecco il Video e la FotoGallery

Il giorno seguente, le mie docenti accompagnatrici ed io siamo stati portati, insieme al numeroso gruppo dei partecipanti, nel meraviglioso mondo di Paestum, prezioso rifugio d’antichità: centro vitale del mondo greco, la città di Paestum si staglia in un panorama naturale molto gradevole lasciando respirare ancora oggi l’atmosfera misteriosa ed enigmatica circostante ai templi antichi. Siamo stati immersi nel mondo greco grazie all’emozionante rappresentazione delle tragedia di “Medea” a cura dell’accademia “Magna Grecia”che, inscenata nell’area dei templi di Paestum, ha offerto a noi spettatori  un turbinio di emozioni mozzafiato. 

In occasione dell’interessante cena di rappresentanza presso il Grand Hotel di Salerno, alla quale hanno preso parte i più grandi classicisti italiani, tra i quali il grecista F. Montanari e il latinista G. Polara, ho avuto modo di conoscere giovani provenienti da ogni angolo d’Italia, ciascuno con un bagaglio personale di emozioni e di esperienze formidabili. Di sera, siamo stati, inoltre, invitati ad assistere alla rappresentazione teatrale della commedia “gli Uccelli” di Aristofane e de “La scuola medica salernitana” a cura del coro del Liceo “T.Tasso”. 

La mattina della premiazione ho vissuto l’esperienza catartica della messa in scena delle storie di Antigone, Elettra e Clitemnestra, tre celebri eroine della mitologia classica, le cui vicende  profondamente attuali sono state mirabilmente ripercorse dallo storico e scrittore  Valerio Massimo Manfredi, di cui ho avuto l’onore di ricevere l’autografo.

Durante la gara mi sono sentita onorata di rappresentare Napoli e, soprattutto, il Liceo Classico “Gentileschi”, che mi ha permesso di essere tra le eccellenze d’Italia, nonché di riportare una menzione e un’altra vittoria lo scorso anno nel corso di altri due “certamina” e che per questo mi sento di ringraziare vivamente. 

Torno da quest’Olimpiade senza attestati di vittoria, ma, tuttavia, con un profondo arricchimento interiore: questa la  mia vittoria più grande! Grazie a tale esperienza ho compreso ancora di più il valore dei classici nella società odierna e ho capito che anche noi ragazzi dell’era di Facebook e dei selfie possiamo accostarci brillantemente  ad un universo  meraviglioso  destinato ad essere immortale, il mondo della nostra classicità.

MARIALETIZIA VOLPE

Ecco il Video e la FotoGallery

 
 

Allegati

Non sono presenti allegati in questo articolo

Contatti

Contatore Visite